Monia Grassi

 

 

1) Vuoi parlarci brevemente di te, della tua vita e delle tue esperienze formative e professionali?

Intanto sono una ragazza un po’ cresciuta semplice e che si diverte quando cucina, e che della sua passione, dopo veri lavori ne ha fatto una professione. Ad oggi sono una personal chef che lavora nelle case private per ogni occasioni: feste private, cene, compleanni e in più insegno agli stranieri a fare la pasta fatta in casa: organizzo cooking class di pasta fresca a persone che transitano per la nostra bellaToscana, ma grazie anche al alcuni tour operetor. Arrivo da un paesino del pisano, un paesino delle colline metallifere in mezzo alla geotermia, dove tutti hanno l’orto e quindi dove la materia prima è genuina.

2) Ti ricordi il momento esatto in cui hai deciso che avresti fatto lo chef?

Dopo, appunto molti lavori anche nell’ambito della ristorazione ho voluto fermarmi e rimettermi in gioco e provare pian piano a crearmi qualcosa di mio…e così è avvenuto. Dal 2011 mi sono trasferita a Firenze e mi son fatta un po’ conoscere con la mia esperienza.

3) Dove trovi l’ispirazione per creare un piatto?

Innanzitutto la passione nasce da nonna Bruna che mi ha sempre insegnato il valore del cibo e dello spreco . Quindi io propongo i piatti della nonna e della tradizione toscana, ma sopratutto quella della mia famiglia. Rivisito la ricetta e l’adatto al tipo di situazione che voglio ricreare, a volte anche destrutturando la ma mantenendo sempre il sapore.Venendo da una famiglia di cacciatori la mia cucina, sopratutto all’inizio era ben strutturata, ma poi per tanti motivi ho dovuto allentare un pò la presa con i sapori forti.

4) Come definisci la tua cucina?

La mia cucina è semplice, tradizionale ma con un tocco di originalità, mettendo sempre un po’ del mio…La mia cucina è genuina; io non lavoro molto gli alimenti, così riesco a mantenere tutto il loro senso.

5) Che peso ha la tradizione nella  cucina?

 Io propongo i piatti della nonna e della tradizione toscana, ma sopratutto quella della mia famiglia

6) Quanto è importante la territorialità nella tua cucina? Le tue materie prime da dove provengono?

Cerco sempre di rispettare i prodotti del territorio cercando di scovare il contadino o il negozio del fruttivendolo del quale mi posso ciecamente fidare e non transigo sulla stagionalità divenendo, a volte, un po’ noiosa; quindi è molto importante, fondamentale, direi.

7) Il piatto a cui oggi ti senti particolarmente affezionata?

il piatto al quale sono più affezionata? Eh bella domanda: ci sono vari piatti nel mio cuore, visto che le ricette sono di famiglia, ma ce niente uno in particolare che faceva nonna , tutti gli anni per il compleanno di mio nonno ed è il cubetto di vitello laccato al miele con ananas caramellato e funghi…tutti gli anni il 14 maggio sapevamo già che cosa c’era in tavola.

8 ) Un piatto che ti piacerebbe avere inventato?

Premetto che sono una buona forchetta e quello avrei voluto aver inventato è il cacciucco alla livornese ( da pisana non dovrei dirlo ) che mi suscita un’emozione che non posso descrivere.

9) Se tu potessi mangiare solo una cosa per il resto della tua vita, cosa sarebbe?

Io potrei fare a meno di tutto tranne del pesce in generale, per me mangiare il pesce non è mangiare perché ne sono veramente golosa.

10) Lo Chef deve essere una buona forchetta?

Io sono una buona forchetta!

11) Cosa mangi a casa tua?

In casa mia mangiamo di tutto e verio: è vero tanto pesce e tanta verdura, ma quel tocco di toscanità cielo sempre…vedi crostini con i fegatini di pollo, vedila bistecca alla fiorentina, vedi acquacotta etc…

12) Qual è l’ingrediente indispensabile nella tua cucina?

Nella mia dispensa non mancano le uova, la farina e patate… con un piatto di pasta riesco sempre a risolvere anche un’improvvisata di amici.

13) Cosa consiglieresti a un giovane cuoco che aspira a diventare chef?

L’unica cosa che sento di dire è di seguire l’istinto, la passione, ma sopratutto di studiare tanto.

14) Un suggerimento per rimarcare l’originalità italiana di un piatto/prodotto/ristorante?

La materia prima è fondamentale e come diceva nonna Bruna: se adoperi prodotti buoni, il risultato sarà buono.

 

 

SEGUITELA SUL SUO SITO PERSONALE www.nellacucinadellagatta.it

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

CONTATTACI

Non siamo qui in giro adesso. Ma puoi mandarci una mail e noi saremo da te il prima possibile.

Sending

©2018 COAGENCY network  !

Food Italy |MDS srl  | | Powered by COAGENCY - Copyright © 2018   MDS S.r.l. - All Rights Reserved |

or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account